A proposito di normazione...
Quali sono i valori della partecipazione al processo di normazione e quelli derivanti dall'uso delle norme tecniche?
Alcune organizzazioni socie UNI operanti nei principali settori del Made in Italy, leader nei mercati dei beni di consumo, attive nel settore del non-profit, rappresentative di tematiche emergenti e degli interessi delle parti "più deboli" hanno voluto testimoniare la propria esperienza, evidenziando i vantaggi ottenuti.

 CNA Professioni
Giorgio Berloffa, Presidente
Stiamo attraversando in questi anni una crisi economica gravissima dove il posto fisso diventa un miraggio per chi sta cercando lavoro e il numero dei disoccupati cresce in modo esponenziale.
Questo crea la necessità di cercare sbocchi lavorativi nel settore dei servizi svolgendo attività professionali affermate, o inventandone di nuove. Purtroppo non tutti i professionisti attuali sono in grado di erogare prestazioni corrette anzi, in alcuni casi, si arriva all'improvvisazione assoluta. Tutto ciò mette il cliente - a fronte di una profonda asimmetria informativa - nell'impossibilità di comprendere la qualità dell'atto professionale che gli viene prestato.
La norma tecnica, alla cui formulazione concorrono i rappresentanti dei professionisti interessati apportando tutta la loro esperienza, permette al consumatore di selezionare i professionisti, non creando nel contempo barriere nel mercato.

 R.E.TE. Imprese Italia
Marco Venturi, Presidente pro tempore
Il rapporto tra normazione tecnica e mondo della micro e piccola impresa è stato caratterizzato, negli anni, da luci ed ombre. Una delle evidenze che emerge chiaramente consiste nel fatto che la normazione non abbia finora dimostrato l'incisività necessaria per aumentare il livello competitivo delle piccole imprese.
La partecipazione delle PMI è dunque fondamentale per assicurare un mercato unico europeo reale - e non solo ideale - e per questo sia le associazioni di categoria che le rappresentano sia l'UNI nella sua qualità di Ente nazionale di Normazione devono porsi l'obiettivo di un maggiore coinvolgimento, al fine di uno sviluppo più omogeneo e che riesca a valorizzare tutti i tipi di impresa di qualunque dimensione o tipologia esse siano.

...E infine il punto di vista dei consumatori!

 CNCU
Gianni Cavinato, Delegato alla Commissione Centrale Tecnica e Presidente Nazionale di ACU - Associazione Consumatori Utenti
Il coinvolgimento nel processo di normazione delle Associazioni dei Consumatori rappresentate nel CNCU - Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti, ha consentito di raggiungere, nel corso del 2011, un importante obiettivo tramite l'adozione di un Protocollo di collaborazione con l'UNI.
Tale Protocollo definisce una rinnovata e più qualificata partecipazione del CNCU - tramite i propri delegati - a diverse commissioni tecniche (quali, ad esempio, Attività professionali non regolamentate, Agroalimentare, Imballaggi, Responsabilità sociale delle organizzazioni, Tessile e abbigliamento, Turismo…) portando l'esperienza diretta dei consumatori italiani.
Questa presenza è accompagnata da un programma di formazione biennale sulla normazione, mirato all'accrescimento tecnico-culturale degli operatori delle Associazioni dei Consumatori in tutto il territorio nazionale.